Questo articolo è stato letto 3 volte

Parere del Dipartimento della Funzione pubblica sulla fruizione ad ore del congedo parentale.

Il Dipartimento della Funzione Pubblica con parere 45298 del 07/10/2013 interviene sulla possibilità di fruire del congedo parentale su base oraria a seguito delle modificazioni avvenute ad opera della Legge di stabilità 2013, cos’ come novellate dall’art.1, comma 339 lettera a), il quale ha disposto che:

All’articolo 32 del testo unico delle disposizioni legislative in materia di sostegno della  maternità  e  paternità,  di  cui  al decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, sono apportate le seguenti modificazioni:

    a) dopo il comma 1 è inserito il seguente:

  «1-bis. La  contrattazione  collettiva  di  settore  stabilisce  le modalità di fruizione del congedo di cui al comma 1 su base  oraria,nonché i criteri di calcolo della base oraria e  l’equiparazione  di un determinato monte ore alla singola  giornata  lavorativa.  Per  il personale del comparto sicurezza e difesa di quello  dei  vigili  del fuoco  e  soccorso  pubblico,  la  disciplina   collettiva   prevede, altresì, al  fine  di  tenere  conto  delle  peculiari  esigenze  di funzionalità  connesse   all’espletamento   dei   relativi   servizi istituzionali, specifiche e  diverse  modalità  di  fruizione  e  di differimento del congedo.»

                Il Dipartimento precisa che, per quanto riguarda il settore pubblico, i contratti non hanno ancora provveduto al recepimento di tale norma e pertanto, per l’applicazione della disposizione in questione l’Amministrazione dovrà attendere il recepimento attraverso il contratto collettivo di comparto o la contrattazione quadro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA