Questo articolo è stato letto 3 volte

Modifica delle circoscrizioni comunali

La corte costituzione con sentenza n. 36/2011 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale degli artt. 1, 2 e 3 della legge della Regione Puglia n. 6/2010, recante norme in materia di circoscrizioni comunali, per la mancanza della consultazione popolare, che non viene ad essere solo una mera irregolarità formale ma costituisce una grave omissione. L’adempimento con cui si “sentono” le popolazioni interessate costituisce una fase obbligatoria che «deve in ogni caso avere autonoma evidenza nel procedimento» la cui assenza determina la violazione del precetto imposto dall’art. 133, secondo comma, della Costituzione e l’illegittimità costituzionale della norma che dispone la variazione territoriale.