Questo articolo è stato letto 3 volte

Ministero dell’Interno integrazione al certificato di bilancio di previsione 2013

Il Ministero dell’Interno con comunicato del 19/06/2013 precisa che sono state apportate alcune integrazioni alle descrizione delle voci contabili, evidenziate  in colore azzurro, negli allegati al decreto ministeriale del 14 maggio 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24/05/2013 n.120, relativo al certificato al  bilancio di previsione 2013,  già divulgato con comunicato in pari data.

In particolare sono state inserite le rettifiche riguardanti l’evidenziazione, per gli enti che partecipano alla sperimentazione, adottando i nuovi principi contabili previsti dal D.Lgs.118/2011, del Fondo pluriennale vincolato insieme all’avanzo di amministrazione. In merito all’alienazione dei beni patrimoniali viene specificato che “ai sensi dell’art. 1 comma 443 L. 228/12 i proventi da alienazioni di beni patrimoniali disponibili possono essere destinati esclusivamente alla copertura di spese di investimento ovvero, in assenza di queste o per la parte eccedente, per la riduzione del debito”.

Inoltre, ai sensi dell’art. 1 co. 17, D.L. 35/13, convertito con modificazioni dalla L. 64/13, per gli enti locali beneficiari dell’anticipazione, di cui al comma 13, il fondo svalutazione crediti deve essere pari almeno al 50% dei residui attivi, di cui ai titoli I e III dell’entrata, aventi anzianità superiore a 5 anni, nelle more dell’entrata in vigore dell’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio di cui al D. Lgs. 118/11.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA