Questo articolo è stato letto 2 volte

Milleproroghe – Votata la fiducia

La Camera, con 469 voti a favore, 74 contrari e 5 astenuti, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazione, senza emendamenti ed articoli aggiuntivi, dell’articolo unico del disegno di legge di conversione del decreto-legge 29 dicembre 2011, n. 216, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative

Il decreto-legge 216/2011, il cui disegno di legge di conversione è attualmente all’esame dell’Assemblea (A.C.4865), contiene disposizioni di proroga e di differimento di termini e di regimi giuridici in diversi settori.

Tra le disposizioni contenute nel provvedimento si segnalano, in via esemplificativa, le proroghe riguardanti le seguenti materie:

assunzioni nella pubblica amministrazione (art. 1)

incarico del commissario straordinario della Croce rossa italiana (art. 2)

emanazione del decreto ministeriale per la regolamentazione dei servizi di trasporto taxi e noleggio con conducente (art. 11, co. 4)

subentro dell’Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali ad Anas S.p.A. nelle funzioni di concedente per le convenzioni in essere (art. 11, co. 5 e 6)

concessione della miniera di carbone del Sulcis (art. 12)

soppressione delle Autorità di ambito territoriale – ATO (art. 13, co. 2)

soppressione dei contributi all’Agenzia per la gestione dell’albo dei segretari comunali e provinciali, già abolita (art. 15, co. 5)

emanazione di provvedimenti attuativi in materia di adeguamento e armonizzazione dei sistemi contabili delle amministrazioni pubbliche diverse dagli enti territoriali e dagli enti del servizio sanitario nazionale (art. 19)

partecipazione dell’Italia ai programmi del Fondo monetario internazionale per fronteggiare la crisi finanziaria tramite la stipula di un accordo di prestito bilaterale (art. 25)

termini entro i quali i comuni tra i 1.000 e i 5.000 abitanti devono adempiere all’obbligo dell’esercizio in forma associata delle funzioni fondamentali (art. 29, co. 11)

blocco al 31 dicembre 2012 degli sfratti per le categorie disagiate (art. 29, co. 16)

proroga dei termini degli adempimenti tributari e contributivi per i soggetti interessati dagli eccezionali eventi atmosferici di La Spezia, Massa Carrara e Genova (29, co. 15).

E’ inoltre autorizzata la spesa di 7 milioni di euro per il 2012 per prorogare la convenzione con il Centro di produzione s.p.a., titolare dell’emittente Radio radicale, per la trasmissione radiofonica delle sedute parlamentari (art. 28) e sono differiti i termini per la determinazione dei fabbisogni standard per le funzioni fondamentali di comuni e province (art. 29, co. 1).

Il 20 gennaio 2012 le Commissioni affari costituzionali e Bilancio hanno approvato il decreto-legge apportandovi numerose modifiche, tra le quali:

interventi al regime delle pensioni, tra cui quelle dei lavoratori precoci e dei c.d. “esodati” proroga ed estensione delle agevolazioni sul rientro dei lavoratori in Italia

impegno a prorogare l’accordo per la sospensione dei debiti delle PMI

anticipo del termine entro il quale i medici possono esercitare la facoltà di utilizzazione del proprio studio professionale per l’esercizio dell’ attività libero-professionale intramuraria ulteriore proroga per l’entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI)

proroga dei termini degli adempimenti tributari e contributivi per i soggetti interessati dagli eccezionali eventi atmosferici di Livorno e Messina.

L’Assemblea della Camera, il 24 gennaio 2012, ha deliberato il rinvio del provvedimento all’esame delle Commissioni riunite su richiesta del Presidente della Commissione Affari Costituzionali. Tale richiesta di rinvio è stata motivata in relazione all’opportunità di individuare possibili coperture finanziarie per alcune modifiche riguardanti la materia pensionistica. Il giorno seguente le Commissioni riunite hanno approvato nuovamente il decreto-legge con alcune modifiche:

definizione della copertura in materia pensionistica attraverso l’aumento dell’aliquota di base dell’accise sui tabacchi lavorati

proroga dell’impegno di spesa per gli indennizzi ai cittadini italiani espropriati dei loro beni in Libia negli anni ’60

soppressione della sanatoria delle violazioni in materia di affissioni di manifesti elettorali che era stata introdotta in sede referente

proroga dei termini degli adempimenti tributari e contributivi per i soggetti interessati dagli eccezionali eventi atmosferici dei comuni di Ginosa e Bernalda.

Il 26 gennaio 2012 la Camera, con 469 voti a favore, 74 contrari e 5 astenuti, ha votato la questione di fiducia posta dal Governo sull’approvazionedel disegno di legge di conversione del decreto-legge. Dopo la trattazione degli ordini del giorno, il seguito del dibattito è stato rinviato ad altra seduta.