Questo articolo è stato letto 2 volte

Milleproroghe: Emendamenti accolti in sede tecnica

Anci rende noto che i Comuni avranno la possibilità di utilizzare ancora i proventi degli oneri di urbanizzazione per finanziare la spesa corrente e che i tetti all’indebitamento imposti dalla legge di stabilità, inoltre, potranno essere raggiunti in modo graduale.
Il governo accoglie così alcuni tra i più importanti emendamenti presentati dall’Anci al decreto Milleproproghe. Nel corso dell’incontro politico che si è svolto il 2 febbraio presso il ministero degli Affari regionali, infatti, il sottosegretario all’Economia Alberto Giorgetti ha confermato in linea di massima l’accordo già raggiunto in sede tecnica.
L’Anci esprime apprezzamento per la conferma delle istanze già approvate in sede tecnica e per la disponibilità del governo, rappresentato dal sottosegretario Giorgetti. Si attende ora la presentazione in Parlamento, da parte del governo, degli emendamenti dell’Anci concordati e ufficialmente accolti nel corso dell’incontro.
Tra gli altri emendamenti presentati dall’Associazione e accolti dall’Esecutivo, c’è anche la riapertura dei termini per la dichiarazione dei minori gettiti subiti dai Comuni dopo l’attribuzione della rendita catastale ai fabbricati di categoria D. Accolta, infine, la proposta di proroga della scadenza della riforma della riscossione al 31 dicembre 2011. Si attendono invece risposte certe riguardo la proroga degli interventi per la sicurezza delle scuole al triennio 2011-2013, nonché sulla riforma degli Ato e del regime di prelievo sulla gestione dei rifiuti urbani. (mv)

Fonte. Anci