Questo articolo è stato letto 2 volte

Manovra – aumento dell’iva ed effetti per gli enti locali

L’aliquota Iva aumenta dal 20% al 21% nella manovra votata ieri dal Senato (articolo 2 comma 2-bis)

L’aumento si applica alle operazioni effettuate a partire dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto 138/2011 (comma 2 ter)

La variazione dell’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto non si applica alle operazioni effettuate nei confronti dello Stato e degli enti pubblici e istituti indicati nel quinto comma dell’articolo 6 DPR 633/1972 (IVA ad esigibilità differita) per le quali al giorno precedente l’entrata in vigore della legge di conversione sia stata emessa e registrata la fattura ancorché al medesimo giorno il corrispettivo non sia stato ancora pagato (comma 2 quater).