Questo articolo è stato letto 65 volte

La possibile illegittimità nell’estensione del contratto ai c.d. servizi supplementari

Approfondimento di V. Giannotti

rinnovi_contrattuali

Oggetto di verifica da parte dei giudici contabili riguarda la possibilità, da parte della PA, di poter procedere all’estensione del contratto originario mediante estensione dello stesso per servizi supplementari. La PA giustifica il citato affidamento a fronte di circostanze “sopravvenute e imprevedibili”, nonché a fronte delle norme contenenti misure di “spending review”. Il magistrato istruttore chiede chiarimenti alla PA la quale precisa quanto segue:

  • Il ricorso alla procedura, di cui all’art.57, comma 5, lett.a) del d.lgs. n.163/2006, senza previa pubblicazione di un bando di gara, è stata attivata dalla PA trattandosi di servizi complementari, divenuti necessari all’esecuzione dei servizi oggetto del contratto iniziale, e di averli, quindi, affidati, quand’anche separabili dall’esecuzione del contratto originario, allo stesso operatore economico, affidatario del contratto principale;
  • In merito all’urgenza a fronte delle circostanze “sopravvenute e imprevedibili” che possono giustificare il ricorso alla procedura, l’Amministrazione ha richiamato la normativa sui tagli alla spesa;
  • La PA ha ritenuto che il ricorso alla forma del contratto complementare fosse funzionale all’esecuzione del contratto principale, trattandosi di attività correlate all’attività in itinere.

Il magistrato istruttore, dopo aver evidenziato forti perplessità della legittimità di tale estensione del contratto, ha rimesso la questione al Collegio contabile al fine di una decisione nel merito.

Le motivazioni del collegio contabile

Prima di entrare nel merito della legittimità dell’atto della PA, rileva il Collegio contabile come il sistema contrattualistico pubblico in materia di acquisizione di beni e servizi è caratterizzato dal rispetto dei principi, di derivazione comunitaria, della trasparenza, della concorrenza e della parità di partecipazione.

Continua a leggere l’articolo

 

NOVITA’ EDITORIALE:

copertina_giannotti

Dal riaccertamento ordinario dei residui al conto consuntivo

Le attività del responsabile finanziario

di Vincenzo Giannotti

L’ebook fornisce elementi operativi al responsabile dei servizi finanziari sulla contabilità finanziaria potenziata, rappresentato dal riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi, mediante inserimento di modelli di lettere, determinazioni e deliberazioni al fine di adattarle opportunamente al proprio contesto operativo e sulle altre attività che conducono alla formalizzazione del conto consuntivo.

scarica_ebook
Sei ABBONATO al sito?
SCARICA GRATIS L’EBOOK
acquista_online_icona
NON sei ABBONATO?
ACQUISTALO a € 9.90