Questo articolo è stato letto 403 volte

La contabilità armonizzata e il corretto iter per l’erogazione delle risorse decentrate

Approfondimento di V. Giannotti

revisori

L’allegato 4/2, al punto 5.2 del d.lgs.118/2011, precisa le modalità e le obbligazioni discendenti dalla costituzione e distribuzione del fondo del salario accessorio per i dipendenti, tanto da chiarire i diversi aspetti cui le amministrazioni debbono necessariamente adeguarsi.
Sul punto sono sorti alcuni dubbi, nel caso in cui l’amministrazione non abbia proceduto alla costituzione del fondo, pur essendo le somme del salario accessorio correttamente inserite nel bilancio.

Nel caso specifico, un’amministrazione locale evidenzia che, pur non avendo l’amministrazione formalmente costituito il fondo delle risorse decentrate, a mente del citato principio di cui all’allegato 4/2 secondo cui la norma fa esplicito riferimento alla “delibera formale di costituzione del fondo”, il responsabile finanziario ha comunque determinato in modo informale la parte delle risorse fisse che poi sono confluite nel bilancio, chiedendo ai giudici contabili se, tale informale costituzione del fondo confluita nel bilancio, possa tenere indenne le risorse decentrate e le stesse siano in ogni caso distribuibili al personale lasciandole nei residui, ovvero se le citate risorse (specie quelle fisse) debbano rappresentare economie di bilancio.

Continua a leggere l’articolo

Novità editoriale:
Il principio applicato della contabilità economico patrimoniale

Il principio applicato della contabilità economico patrimoniale

Elisabetta Civetta, 2017, Maggioli Editore
L’articolo 2 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 (Legge di contabilità e finanza pubblica) ha avviato un complesso e articolato processo di riforma della contabilità pubblica, denominato “armonizzazione contabile”, diretto a rendere i bilanci delle amministrazioni pubbliche omogenei,...

89,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA