Questo articolo è stato letto 2 volte

Intervento in Senato del Ministro degli Affari regionali sulla conversione in legge del D.L.101/2013.

Nella seduta pomeridiana del 03/10/2013 in Senato è intervenuto il Ministro per gli Affari Regionali, qui di seguito il resoconto dell’intervento:

Il Ministro Delrio ha ribadito l’impegno a rivedere il patto di stabilità interno per i comuni di piccole e grandi dimensioni. L’orientamento del Ministro dell’economia è di semplificare e liberare risorse per investimenti. Il Governo valuta positivamente l’esperienza del patto regionalizzato, che ha contribuito a raggiungere gli obiettivi di finanza pubblica e merita di essere rafforzata. Il Ministro ha riconosciuto che i vincoli del patto di stabilità interno sono stati una delle cause principali dei ritardati pagamenti delle pubbliche amministrazioni. Prima di presentare la legge di stabilità, il Governo attiverà la procedura di concertazione con Regioni e enti locali. In ogni caso saranno previsti incentivi per le unioni di comuni. I tempi della Service tax, che dovrà unire la quota Tares, la quota Imu e la quota dei servizi indivisibili e diventerà un pilastro del federalismo, saranno quelli della legge di stabilità. Il Ministro ha ribadito che nel programma di governo è prevista l’abolizione delle province, che comporterà risparmi per 750 milioni di euro. Quanto alle province autonome, ha condiviso la necessità di eliminare la riserva erariale, ma la decisione investe la competenza del Ministro dell’economia. Ha ricordato i casi definiti nei quali spettano rimborsi ai segretari comunali. Ha confermato infine le difficoltà nel reperire dati precisi sulle società partecipate e ha auspicato processi di privatizzazione e efficientamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA