Questo articolo è stato letto 35 volte

In mancanza di previo accertamento del giudice contabile dell’ingiustificato arricchimento non è trasmissibile agli eredi il danno erariale

Approfondimento di V. Giannotti

Per continuare a leggere i contenuti di questa pagina è necessario essere abbonati

Non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento?

Sei già abbonato?
Effettua il login, inserendo nome utente e password negli appositi spazi

Hai dimenticato la password?