Questo articolo è stato letto 6 volte

Il TAR della Campania interviene annullando il rinnovo del servizio di tesoreria comunale. Necessità ed obbligo di nuova gara pubblica

di Vincenzo Giannotti

Con sentenza n.3261 del 21/06/2013 il TAR della Campania, Sez.VIII, interviene, con sentenza semplificata, nella pronuncia sulla legittimità del rinnovo di un contratto di tesoreria con il medesimo operatore. La Banca della Campania Spa ha, infatti, proposto appello nei confronti di un comune partenopeo, per avere lo stesso proceduto al rinnovo del contratto del servizio di tesoreria comunale alla Banca della Campania s.p.a. di Avellino, periodo 01.01.2013-31.12.2017, in assenza di indizione di procedura di gara ad evidenza pubblica per l’affidamento del suddetto servizio. Le motivazioni sull’illegittimità della condotta del Comune per avere effettuato il rinnovo è esplicitata dai giudici partenopei nella seguente ricostruzione logica:

Continua a leggere l’articolo