Questo articolo è stato letto 5 volte

Il dipartimento della funzione pubblica si esprime sulle modalità delle ferie da parte del personale docente dei comuni

Il Dipartimento della Funzione Pubblica con la nota del 29/3/2013 si esprime in merito alla Legge di Stabilità 2013 la quale prevede  per il personale “docente di tutti i gradi di istruzione” una disciplina speciale in merito alla fruizione delle ferie e una deroga al divieto di monetizzazione delle ferie dei pubblici dipendenti di cui all’articolo 5, c. 8, del dl n. 95/2012, in considerazione delle particolari modalità temporali di espletamento dell’attività lavorativa da parte del personale docente. Il Dipartimento, concordando con l’ANCI, ha ritenuto che  le medesime, particolari, modalità temporali di espletamento dell’attività lavorativa sono proprie anche del personale docente ed educativo impiegato nei servizi scolastici ed educativi gestiti dagli enti locali e dunque le previsioni di cui ai commi 54 e 55 della legge n.228/2012  sono applicabili anche al personale docente e scolastico  operante negli asili nido e nelle scuole materne facenti capo agli enti locali, proprio per evitare disparità di trattamento.

Il Dipartimento, tuttavia, stante i profili di carattere finanziario connessi all’applicazione delle disposizioni in oggetto, ha chiesto conferma della bontà di tale interpretazione al Ministero dell’Economia.