Questo articolo è stato letto 27 volte

Fideiussioni

La normativa di cui all’art. 207, D.lgs. 267/2000 relativamente alle fideiussioni da rilasciarsi da parte dei comuni, va letta nel combinato disposto con l’art. 152 dello stesso TUEL, afferente la potestà regolamentare degli enti locali in materia di contabilità. Tale norma consente al regolamento di contabilità adottato da tali soggetti pubblici di recare una differente disciplina rispetto ad alcune disposizioni del T.U. medesimo, testualmente enumerate, tra le quali proprio l’art. 207 TUEL. Si evince, pertanto, la cedevolezza di tale norma primaria rispetto alla norma regolamentare, dettata dall’ente locale nel legittimo esercizio della sua autonomia normativa. Ciò consente alla disciplina regolamentare difforme di prevalere, sostituendola, sulla prefata disposizione di legge statale.

(Corte dei conti-Lombardia, delibera n. 92/2010 del 4 febbraio 2010)