Questo articolo è stato letto 4 volte

Federalismo: Anci a Tremonti, dpcm a garanzia buon esito del demaniale

“Arrivare, nel piu’ breve tempo possibile, all’emanazione del Dpcm attraverso il quale dovranno essere rese note le modalita’ di riduzione delle risorse spettanti agli Enti locali in relazione al trasferimento dei beni previsto dal federalismo demaniale”.

E’ questa la richiesta contenuta nella lettera che il presidente dell’Anci, Osvaldo Napoli e il vicepresidente, Roberto Reggi hanno inviato al ministro dell’Economia Giulio Tremonti.

Dopo aver ricordato che “la Conferenza Unificata dello scorso 27 luglio ha preso atto ufficialmente della mancata intesa, a causa dell’opposizione delle Regioni, al provvedimento contenente gli elenchi, c.d. white list, dei beni demaniali statali trasferibili agli Enti locali in ottemperanza a quanto disposto dal federalismo demaniale” Napoli e Reggi sottolineano l’urgenza dell’emanazione del Dpcm perche’ “qualora dovesse essere pubblicata la white list prima della pubblicazione di tale provvedimento, si potrebbe determinare uno stato di incertezza presso i Comuni che si troverebbero a dover effettuare delle opzioni impegnative entro un termine stringente, previsto nei sessanta giorni, senza avere contezza ne’ delle modalita’, ne’ dell’esatto ammontare delle corrispondenti riduzioni dei trasferimenti delle risorse spettanti”.

Auspicando quindi la condivisione di “tali preoccupazioni” i due esponenti dell’Anci si augurano che si possa arrivare, nel piu’ breve tempo possibile, all’emanazione del Dpcm “a garanzia del buon esito delle procedure di trasferimento”.

Fonte: Asca