Questo articolo è stato letto 5 volte

Enti locali – Riforma dei bilanci, partono le sperimentazioni

Parte la sperimentazione in due tempi per i nuovi bilanci di comuni, province e regioni, che nei prossimi due anni cambieranno secondo le disposizioni del dl 118/2011, in vista dell’entrata a regime nel 2014. La nuova contabilità, che a regime sarà fondata sul sistema finanziario, con una contabilità economica solo a fini conosciti e con l’aggiunta del bilancio consolidato con le partecipate, sarà testata da alcuni enti che saranno individuati definitivamente a breve. Nel 2012, però, tutti gli effetti giuridici e autorizzatori rimarranno ai vecchi bilanci in contabilità finanziaria e si sperimenterà solo il nuovo principio della competenza finanziaria. Solo dal 2013 saranno adottati a fini autorizzatori i nuovi schemi contabili. Anche per chi partecipa alla sperimentazione, inoltre, il consolidato nel 2012 resterà a livello di facoltà, per diventare indispensabile solo nell’anno successivo. Come premio per chi partecipa alla sperimentazione in palio c’è lo ‘sconto’ sugli obiettivi del Patto. Le prime ipotesi parlano di 20 milioni di euro, ma il conto finale potrebbe essere più generoso”. Nel Dpcm che dà il via alla sperimentazione, sono contenute però anche alcune norme di carattere più generale. Le nuove regole sui bilanci introducono infatti un “piano degli indicatori e dei risultati attesi”, che passerà al setaccio ogni capitolo del bilancio, articolato per missioni e programmi”.

Fonte: Anci.it