Questo articolo è stato letto 4 volte

Enti locali – Presidente del consiglio comunale – Riduzione del 10% dell’indennità di carica – Provvedimento del responsabile dell’Area affari generali del comune – Legittimità – Ragioni

È legittimo il provvedimento con il quale il responsabile dell’Area affari generali dell’amministrazione comunale ha ridotto del 10% l’indennità di carica spettante al presidente del consiglio comunale, considerato che a seguito delle modifiche apportate all’art. 82 del d.lgs. n. 267 del 2000 dall’art. 76, comma 3, del d.l. 25 giugno 2008, n. 112, come convertito con legge 6 agosto 2008, n. 133 (che non prevede più alcun potere di incremento in capo alle singole amministrazioni locali), la misura dell’indennità di funzione è quella (e soltanto quella) stabilita nel decreto ministeriale, questo essendo il solo regime giuridico applicabile alla fattispecie, che, fondandosi su norma di legge, prevale su quello adottato da atti amministrativi anteriori. Il responsabile dell’Area amministrativa non ha, pertanto, prevaricato le competenze del consiglio comunale in materia, che sono invece cessate per legge. Trattandosi dell’assunzione di determinazioni conseguenti al mutato quadro normativo, piuttosto che ad apprezzamenti discrezionali, non era inoltre necessario che, a pena di annullabilità, fosse data comunicazione di avvio del procedimento.

TAR CAMPANIA-NAPOLI, SEZ. I – Sentenza 6 aprile 2011, n. 1972

Fonte: www.lagazzettadeglientilocali.it