Questo articolo è stato letto 6 volte

Direttiva richiedenti asilo, Ferrari: “l’auspicio è che si inneschi un ciclo virtuoso”

spese

Con comunicato del 31 luglio 2018, l’ANCI Lombardia rende noto che, a seguito della direttiva del Ministero dell’Interno finalizzata a ridefinire i servizi di accoglienza per i richiedenti asilo, “cogliamo con favore l’intenzione di razionalizzare la spesa ovvero di allinearla ai costi standard Europei“, fermo il principio di continuare a garantire ai richiedenti asilo i previsti servizi assistenziali di prima accoglienza. Questa la dichiarazione di Roberto Paolo Ferrari, Presidente del Dipartimento sicurezza di Anci Lombardia, in seguito all’emanazione della Direttiva sui servizi di accoglienza dei migranti.

Si tratta pertanto di ottimizzare l’assegnazione dei servizi per razionalizzare la spesa pubblica chiesto anche dalla Corte dei Conti nel marzo scorso. L’auspicio è che questa necessaria opera di riorganizzazione e di risparmio inneschi un ciclo virtuoso, soprattutto attuato senza ulteriori aggravi per i Comuni, che da sempre convivono e intervengono alla soluzione dei problemi locali relativi all’intero sistema di accoglienza“, ha concluso Ferrari.

Leggi il comunicato del Ministero dell’Interno

© RIPRODUZIONE RISERVATA