Questo articolo è stato letto 1 volte

Decreto Sviluppo, sì della Camera

La Camera ha approvato la fiducia posta dal governo sul decreto legge Sviluppo nello stesso testo approvato dal Senato. I voti favorevoli sono stati 295, i contrari 78 e gli astenuti 114. Il Pdl, come già nelle fiducie della scorsa settimana, si è astenuto. Lo scrutinio si è concluso in poco più di cinquanta minuti, un tempo insolitamente breve una fiducia alla Camera.

 IL PAREGGIO DI BILANCIO – Via libera da parte della Camera anche alle disposizioni per l’attuazione del principio del pareggio di bilancio in Costituzione. I voti a favore sono stati 442, tre i contrari, sei gli astenuti. Per l’approvazione era richiesta la maggioranza assoluta dei componenti dell’Assemblea. Il disegno di legge sarà trasmesso ora al Senato ma non sarà approvato in chiusura di legislatura, salvo un’intesa politica tra Camera e Senato per salvarlo cui si starebbe lavorando.

A PALAZZO MADAMA – I capigruppo del Senato hanno infatti deciso che, con l’imminente scioglimento delle Camere, non sarà possibile esaminare il provvedimento che dà attuazione all’articolo 81 della Costituzione, modificato in base agli impegni presi in sede Ue.

Fonte: Il Corriere della Sera