Questo articolo è stato letto 1 volte

Decreto del Ministero dell’Economia e delle finanze sulla determinazione degli obiettivi programmatici del Patto di stabilità interno del triennio 2013-2015.

La Ragioneria Generale dello Stato rende noto con un comunicato del 23/05/2013 che è disponibile il decreto n.41930 in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, nonché i modelli in formato excel sulla modalità di calcolo degli obiettivi. Tali prospetti dovranno essere compilati per la prima volta anche dai comuni con popolazione compressa tra i 1.001 e i 5.000 abitanti che dall’anno 2013 sono soggetti al patto di stabilità. I nuovi prospetti per la determinazione degli obiettivi programmatici, disponibili sul sistema web appositamente previsto per il Patto di stabilità interno nel sito http://pattostabilitainterno.tesoro.it , devono essere trasmessi, utilizzando esclusivamente il citato sistema web, entro quarantacinque giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale. Si ricorda che ai sensi dell’art.31 comma 3 della Legge 183/2011 è stato stabilito lo specifico obiettivo da assegnare a ciascun ente soggetto al patto di stabilità interno, il quale fa riferimento al saldo finanziario tra le entrate finali e le spese finali, calcolato in termini di competenza mista, costituito dalla somma algebrica degli importi risultanti dalla differenza tra accertamenti ed impegni, per la parte corrente, e dalla differenza fra incassi e pagamenti, per la parte in conto capitale, al netto, rispettivamente, delle entrate derivanti dalle riscossioni di crediti e delle spese derivanti dalle concessioni di crediti, considerando come valori di riferimento quelli riportati nei certificati di conto consuntivo.

Il decreto precisa che i comuni con popolazione superiore ai 1.000 abitanti che non provvedono ad inviare il prospetto degli obiettivi nei modi e nei tempi indicati sono considerati, ai sensi del citato comma 19, ultimo periodo, dell’articolo 31 della legge n. 183 del 2011, inadempienti al patto di stabilità interno.