Questo articolo è stato letto 20 volte

Debiti PA – Disponibile sul sito della Cassa Depositi e Prestiti la richiesta di anticipazione del saldo al 2013.

Con comunicato del 01/10/2013 la Cassa depositi e prestiti pubblicata la procedura (per gli Enti che intendano avvalersene) per ottenere l’anticipo nel 2013 delle erogazioni a saldo delle anticipazioni di liquidità concesse dalla Cassa depositi e prestiti agli Enti locali, ai sensi del comma 13 dell’articolo 1 del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35. L’erogazione a saldo nel 2013 su richiesta dell’Ente, originariamente fissata per il 28 febbraio 2014, è stata prevista dall’art. 13, commi 2 e 3, del decreto legge  31 agosto 2013, n. 102. La presente procedura non riguarda, quindi, una nuova richiesta di liquidità ma l’erogazione a saldo delle anticipazioni di liquidità già concesse dalla Cassa depositi e prestiti ai sensi del comma 13 dell’articolo 1 del decreto legge 8 aprile 2013, n. 35.

Il comunicato della CDP è il seguente:

Le previsioni normative di cui all’articolo 13, commi 1, 2 e 3 del D.L. 31 agosto 2013, n. 102, hanno reso necessaria la sottoscrizione di un Atto Integrativo all’Addendum già stipulato tra la CDP e il MEF per definire i criteri e le modalità di accesso all’erogazione a saldo delle Anticipazioni di Liquidità già concesse agli Enti locali anche sulla base di uno schema di Atto modificativo del Contratto di Anticipazione di Liquidità originariamente stipulato.

Il suddetto Atto Integrativo all’Addendum, stipulato tra la CDP e il MEF in data 11 settembre 2013, è stato approvato con decreto del Direttore Generale del Tesoro. In  allegato all’Atto integrativo si trova lo schema di Atto modificativo.

Il link degli enti beneficiari è:

http://www.cassaddpp.it/static/upload/deb/debiti-pa_allegato-1_elenco-enti-beneficiari_15-05-2013.pdf

Il Comunicato del MEF del 03/10/2013 è invece il seguente:

Diventa operativa l’anticipazione al 2013 della seconda tranche di pagamenti dei debiti arretrati degli Enti locali. E’ stato infatti registrato dalla Corte dei Conti il decreto emanato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che dispone l’erogazione agli Enti locali già autorizzati di una cifra fino a 1,8 miliardi di euro inizialmente programmata per il 2014. Complessivamente agli enti locali sono stati autorizzati pagamenti di debiti per 3,6 miliardi di euro.

Il provvedimento rientra nella più ampia operazione che prevede l’anticipazione al 2013 di complessivi 7,2 miliardi di euro in favore di Enti locali e Regioni, secondo quanto stabilito dal decreto legge 102/2013.

I criteri e le modalità di accesso all’erogazione in favore degli Enti locali sono definiti nell’Atto integrativo dell’Addendum alla Convenzione del 23 dicembre 2009, perfezionato tra il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Cassa Depositi e Prestiti in data 11 settembre 2013, nonché nell’allegato Atto modificativo del Contratto tipo di anticipazione. Il decreto e gli atti sono pubblicati sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze nella sezione dedicata al monitoraggio dell’attuazione del decreto legge 35/2013 “sblocca debiti” e sul sito della Cassa Depositi e Prestiti spa.

La Cdp provvederà a trasmettere agli Enti Locali interessati lo schema di Atto modificativo, la cui sottoscrizione è funzionale all’effettuazione, in data 31 ottobre 2013, della predetta erogazione a saldo.



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA