Questo articolo è stato letto 2 volte

Costi e Fabbisogni Standard: elevata adesione alla rilevazione tramite questionari online

Un’alta partecipazione di Comuni, Province e Unioni di Comuni è stata registrata già nei primi 10 giorni successivi all’avvio della rilevazione per la determinazione dei Costi e dei Fabbisogni Standard, organizzata attraverso appositi questionari online , ai quali si può accedere dal portale web https://opendata.sose.it/fabbisognistandard dal 31 gennaio.

Ciò evidenzia che le Amministrazioni Locali hanno perfettamente compreso l’importanza di questa operazione, anche grazie al lavoro di sensibilizzazione svolto da Anci e da Ifel.

I dati acquisiti con la rilevazione permetteranno di effettuare le analisi che saranno la base del processo condiviso che consentirà un graduale miglioramento dei servizi erogati ai cittadini e un uso più efficiente delle risorse pubbliche.

Delle oltre 7000 comunicazioni spedite alle Amministrazioni Locali per informarle dell’avvio della rilevazione e dotarle delle credenziali di accesso al portale web, alcune non sono state ricevute. Per ovviare all’inconveniente, la SOSE in questi giorni sta procedendo a ripetere l’invio delle stesse.

Si ricorda che per questa prima sessione i questionari disponibili online riguardano le “Funzioni di Polizia Locale” per i Comuni/Unioni di Comuni e le “Funzioni nel campo dello Sviluppo Economico” relative ai servizi del “Mercato del Lavoro” per le Province.

Si richiede poi alle Amministrazioni Locali, che nel caso in cui entro fine mese non dovessero ancora aver ricevuto alcuna comunicazione in merito, di segnalarlo all’indirizzo mail fabbisognistandard@sose.itQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Come già comunicato, si ricorda infine, che per le richieste di assistenza alla compilazione è attivo dal 31 gennaio il call-center Ifel al numero 06 88816323 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 16.30.