Questo articolo è stato letto 1 volte

Concorsi

L’uso della scrittura in stampatello maiuscolo, pur non abituale da parte dei candidati, è comunque una modalità d’uso, specie quando il candidato, per timore di non essere ben compreso, intende chiaramente rappresentare da un punto di vista grafico le proprie argomentazioni. In mancanza, pertanto, di altri evidenti segni di riconoscimento, l’elaborato, né per la numerazione delle pagine, né per la scrittura a stampatello maiuscolo, può considerarsi affetto da segni di riconoscimento.

 (Consiglio di Stato, sez. V, sentenza del 16 febbraio 2010, n. 877)