Questo articolo è stato letto 2 volte

Attesa per il dpcm che disciplina gli schemi del nuovo bilancio

Il decreto legislativo n. 118 del 2011 sull’armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio di comuni e province (che riguarda anche regioni e organismi partecipati), in vigore dal prossimo 10 agosto, non definisce ancora gli schemi di bilancio, né i principi contabili applicati.

Per attendere questi aspetti operativi, che interessano da subito gli enti sperimentatori alle prese con il nuovo sistema dal 1 gennaio 2012, occorre attendere un ulteriore decreto del presidente del consiglio dei ministri, il cui termine per l’adozione è fissato in 120 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto 118/2011 (termine 8 dicembre).

Con il suddetto dpcm dovranno essere definite le modalità della sperimentazione, cioè:
– I principi contabili applicati
– Il livello minimo di articolazione del piano dei conti integrato comune e del piano dei conti integrato di ciascun comparto,
– la codifica della transazione elementare
– I criteri di individuazione dei programmi sottostanti le missioni
– Le metodologie per la costruzione di un sistema di indicatori di risultato
– Le modalità di attuazione della classificazione per missioni e programmi.