Questo articolo è stato letto 1 volte

Amministratori

È legittimo l’atto di revoca dell’incarico di assessore comunale fondato sul deterioramento del rapporto di sintonia politico-amministrativa della maggioranza consiliare e della giunta, di cui hanno avuto consapevolezza gli altri assessori comunali, che si sono dimessi, mentre solo l’assessore interessato dal provvedimento per cui è causa ha ritenuto di non rimettere il proprio incarico, non permettendo di fatto d’instaurare un rinnovato rapporto di fiducia tra consiglio e giunta per un’immediata ripresa dell’attività politico-amministrativa e l’approvazione degli atti fondamentali del comune.

(Consiglio di Stato, sez. V, sentenza del 27 aprile 2010, n. 2357)