Questo articolo è stato letto 1 volte

Abruzzo: Contributi per il ripristino

On line l’Abc dei software: una procedura semplificata utilizzabile dai comuni abruzzesi poco informatizzati per compilare il modello con i dati relativi ai contributi concessi (o revocati in tutto o in parte) per riparare, ricostruire o riacquistare gli edifici danneggiati o distrutti dal terremoto. Dopo la predisposizione, il modulo va inviato all’Agenzia delle Entrate. Un adempimento previsto da una serie di provvedimenti dell’Amministrazione fiscale, successivi a ordinanze urgenti emanate per ripristinare, nel minor tempo possibile, la normalità in un territorio così ferito dall’evento del 6 aprile 2009.
In particolare, i provvedimenti del 10 luglio e del 3 agosto 2009 (modificati da quelli del 30 ottobre 2009 e dello scorso 26 marzo) hanno stabilito l’obbligo, per i Comuni coinvolti, di inviare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle deliberazioni di accoglimento (o di revoca) delle richieste di contributo formulate dai cittadini, entro il mese successivo alla decisione “positiva” (entro il quindicesimo giorno lavorativo successivo alla data del provvedimento di revoca).
È, dunque, stato approvato il modello da compilare per trasmettere in via telematica le informazioni richieste tramite il canale “Entratel”, secondo determinate specifiche tecniche. Lo stesso modulo, in alternativa, può essere inviato utilizzando il tradizionale servizio postale.

Ora le modalità, da due, diventano tre

Sul sito dell’Agenzia, una terza chance dedicata ai Comuni con sistemi informatici scarsamente accessoriati. Si tratta di una nuova procedura che prevede l’utilizzo di un pacchetto applicativo semplice, scaricabile in locale, vale a dire direttamente su di un personal computer, da utilizzare senza particolari difficoltà. In sostanza, il prodotto serve per compilare il modello, aggirando le più complesse specifiche tecniche approvate per portare a compimento l’operazione tutta sul web.
Per riempire i campi basterà seguire le istruzioni passo dopo passo, poi, la stessa applicazione fornirà un file riassuntivo dei dati immessi, pronto per essere trasmesso attraverso il canale “Entratel”.
L’applicativo è nella sezione “Software” sulla home page del sito dell’Agenzia.

Un po’ di storia su contributi e credito d’imposta

Al di là degli adempimenti pratici a carico di ciascun attore, nei richiamati provvedimenti dell’Agenzia, in relazione alla possibilità per i comuni di erogare contributi provvisori o definitivi per la riparazione degli edifici danneggiati (Opcm n. 3803 del 15 agosto 2009), è scritto che questi possono essere concessi anche secondo le modalità del credito d’imposta, oltre che nella forma di finanziamento agevolato o contributo diretto.

Fonte: FiscoOggi